La fork di crittovaluta, nota anche come crypto hard fork, o semplicemente fork, è un processo di aggiornamento di una rete a catena di blocchi ad una nuova versione che di solito viene fornita con un nuovo insieme di regole per la rete, così come per i partecipanti alla rete.

L'hard fork di solito si traduce nella generazione di una rete completamente nuova con regole diverse, coniando anche una nuova criptovaluta basata sulle regole modificate della rete. Le fork funzionano apportando modifiche radicali al protocollo esistente di una rete a catena di blocchi, garantendo l'accesso alla nuova catena solo agli utenti della rete che accettano le modifiche.

Perché le fork di cripto funzionano?

Spesso le fork portano a cambiamenti senza che una crypto appena coniato entri nel mercato; tuttavia, molte fork portano ancora all'introduzione di una nuova moneta alla fine del processo. Questo è il caso anche di numerose fork Bitcoin. In questi scenari di casi, le modifiche apportate attraverso le fork vengono create in modo permanente, operando per cambiare il modo in cui i nodi della rete funzionano, modificando le transazioni valide in modo da renderle non valide lungo il percorso fintanto che queste transazioni vengono effettuate sulla vecchia versione della rete a catena di blocchi.

Molte reti a catena di blocchi e i team di sviluppo dietro progetti di criptovalute che risiedono su reti open-source hanno accettato di apportare modifiche sotto forma di fork per aumentare la sicurezza, riparare i bug o passare a protocolli più economici ed efficienti; tuttavia, alcune fork sono dovute alla creazione di nuovi progetti di cripto che sono destinati a rappresentare versioni migliorate della catena che viene biforcata.

È così che ci siamo ritrovati con alcune delle principali fork Bitcoin in competizione con il top della crittografia con la promessa di offrire una versione migliorata della rete Bitcoin, rendendo le transazioni più veloci, le tariffe più basse e i protocolli di rete più efficienti dal punto di vista energetico.

Ci sono oltre 100 diversi progetti di fork Bitcoin, di cui il 70% è considerato attivo; tuttavia, solo alcune fork Bitcoin possono essere considerate importanti.

Litecoin (LTC)

Litecoin è sicuramente una delle principali crittovalute del mercato, anche se in precedenza ha avuto qualche calo importante per quanto riguarda il prezzo di mercato. Rappresenta anche la prima fork di Bitcoin. Conosciuta come "il fratello minore di Bitcoin" e "la versione 'argento" di Bitcoin, Litecoin si è anche guadagnata un'identità individuale come una delle migliori crittovalute, con Charlie Lee a capo del team di sviluppo.

L'ex dipendente di Google aveva un piano per utilizzare la catena di blocco Bitcoin come base per la creazione di una moneta appena coniata che sarebbe stata costruita sulla stessa filosofia della principale crittovaluta, solo con un completamento più rapido delle transazioni, tasse di transazione più basse, e un'estrazione più efficiente dal punto di vista energetico.

Cambiando gli algoritmi della blockchain Bitcoin e creando un nuovo set di regole, Litecoin ha creato un tempo di blocco di 2,5 minuti, rispetto ai 10 minuti del Bitcoin, rendendo le transazioni LTC più veloci e più convenienti rispetto alle regole originali della rete.

Bitcoin Cash (BCH)

Bitcoin Cash (BCH) è nato come un'altra fork di Bitcoin, ma è arrivato anni dopo la prima fork Bitcoin di Charlie Lee's Litecoin (LTC). Nel 2017, Bitcoin Cash è apparso come un nuovo importante fork costruito sulle nuove regole della rete Bitcoin. Mentre il progetto Litecoin aveva l'obiettivo di rendere le transazioni più veloci rispetto alle transazioni Bitcoin, il team di sviluppo Bitcoin Cash voleva aumentare il numero di transazioni effettuate in un determinato lasso di tempo.

Bitcoin Cash è stato impostato per migliorare i problemi di scalabilità che rappresentano ancora un problema scottante per molte reti a catena di blocchi, motivo per cui gli sviluppatori di BCH hanno deciso di modificare la dimensione dei blocchi per consentire un maggiore traffico sulla rete senza avere problemi di cluster di rete e tempi di inattività. Aumentando il numero di transazioni e mantenendo una velocità costante delle transazioni, Bitcoin Cash è diventato ben presto una delle principali fork di Bitcoin, anche se sono state sollevate preoccupazioni di sicurezza sul costo dell'aumento del numero di transazioni.

Bitcoin Gold (BTG)

Mentre il progetto Litecoin mirava a creare transazioni più veloci e Bitcoin Cash aveva l'obiettivo di aumentare il numero di transazioni in un determinato lasso di tempo, gli sviluppatori di, Bitcoin Gold (BTG) volevano ripristinare la visione originale della rete Bitcoin in termini di rendere meno competitiva l'estrazione mineraria Bitcoin.

Con Bitcoin, l'attività mineraria è diventata condizionata dal fatto che il minatore dispone di attrezzature minerarie più forti e più efficienti, dando ai minatori AISC e alle principali compagnie minerarie un monopolio sul processo, in contrasto con la visione originale di Bitcoin, che chiunque poteva unirsi e partecipare al processo di estrazione e di convalida ed essere ricompensato in cambio della convalida delle transazioni sulla catena.

La Bitcoin Gold opera quindi come una delle principali forchette Bitcoin; tuttavia, il crypto ha un algoritmo modificato basato sulla catena Bitcoin originale che permette ai minatori di estrarre la valuta dai propri computer, eliminando così il monopolio detenuto dai minatori ASIC sull'estrazione Bitcoin e promuovendo il decentramento.

Bitcoin SV (BSV)

Sebbene il Bitcoin SV (BSV) non sia stato generato direttamente come fork di Bitcoin, la crypto funziona ancora sull'algoritmo originale della blockchain Bitcoin. Derivato da Bitcoin Cash (BCH) rappresenta una moneta divisa come risultato della divisione dalla rete Bitcoin Cash, Bitcoin SV (Satoshi Vision) è forse una delle fork più controverse nella storia della biforcazione legata al Bitcoin. È guidata da Craig Wright, noto anche come "Falso Satoshi".

Cercando di dimostrare di essere l'uomo dietro la Bitcoin che lavora sotto lo pseudonimo di "Satoshi Nakamoto", Craig Wright non è riuscito a convincere nessuno di essere l'inventore della prima e migliore moneta criptata.

Tuttavia, con la comparsa di Bitcoin SV e la scissione della rete Bitcoin Cash, il team di sviluppo guidato da Wright ha un solo obiettivo: ripristinare i valori iniziali della blockchain Bitcoin attraverso una crypto conosciuta come BSV. L'obiettivo del progetto è quello di mantenere il protocollo originale della rete Bitcoin mentre si lavora al miglioramento della scalabilità.

Conclusione

Nonostante il fatto che Bitcoin abbia oltre 100 diverse fork, di cui la maggior parte rappresenta progetti attivi, la criptovaluta originale detiene ancora il record in numero di portafogli attivi, transazioni, prezzo, e market cap. Sicuramente in futuro vedremo molte altre di queste fork.

Rate this article:
Author: Tokens.net Team
English
Deutsch
Italiano
Français
Español
Nederlands
Polski
Svenska
Português
Türkçe